http://www.anti-phishing.it/phishing/2013/01/31/3320

La caratteristica principale del phishing è l’invio indiscriminato di email. Più email quindi più possibili vittime. Questa volta invece siamo di fronte ad un caso diretto: unico obiettivo i cittadini del comune di Padova.

Apparentemente ad inviare l’email è il comune con un messaggio dall’oggetto: “Smaltimento dei rifiuti solidi urbani”. Si richiede infatti il pagamento di 178 euro come saldo dell’anno 2012. Una truffa. Come confermato dalla stesso comune, il quale attraverso l’home page del suo sito web (padovanet.it) dichiara:

Attenzione: “False email del Comune di Padova”
Si consiglia di controllare il contenuto dei messaggi

E’ in corso un tentativo da parte di ignoti di carpire informazioni e denaro, spacciandosi per il Comune di Padova, attraverso l’invio di una email (il cosiddetto phishing).

Si invitano pertanto, i cittadini, a verificare con accuratezza l’attendibilità del contenuto di eventuali email provenienti dal Comune di Padova, al fine di non farsi ingannare da richieste non autorizzate.

Questa l’email utilizzata:

—-Messaggio originale—-
Da: spam@eleahmed.org
Data: 30-gen-2013 12.23
Ogg: Smaltimento dei rifiuti solidi urbani

Caro cittadino
Informare è che nel 2012 si sono stati trovati saldo di ? 178.00 si prega di pagare on-line fino 2013/02/01 cliccando sul link in basso.
Link :: http://www.padovanet.it/lista.jsp?ta...&tassidpadre=0
In caso contrario, ai sensi dell’articolo 7 bis del D.lgs 267/2000 per ogni altra violazione degli obblighi prescritti dal presente regolamento si applica la sanzione

amministrativa da ?25,00 a ? 500,00 secondo le modalita stabilite dalla Legge 24/11/1981, n 689


Fonte: Anti-Phishing Italia – www.anti-phishing.it