Questa volta siamo di fronte ad un raffinato tentativo di truffa. Il filo conduttore come sempre è un’illecita attività di riciclaggio di denaro camuffata da allettante offerta di lavoro. Protagonista in questo caso è la società Juttona. Analizzando l’offerta di lavoro inviata a prima vista nulla di strano, la classica proposta. Risulta tuttavia evidente la mancanza di email o indirizzi web ai quali fare riferimento.

Cercando il nome Juttona in Rete ecco saltare fuori un apposito sito web (juttona.com), completo in ogni sezione, realizzato con lo scopo di fornire credibilità alla proposta di lavoro al fine di scardinare un eventuale titubanza nelle potenziali vittime. I truffatori tuttavia continuano ad effettuare sempre una serie di banali errori tali da smascherare senza ombra di dubbio la truffa: in primis il sito risulta registrato lo scorso 31 agosto scorso da un imprecisato soggetto di origine russa. In secondo luogo all’interno della sezione “Carriera” del sito viene indicata la natura del lavoro “Ricevere/spedire i pagamenti.”.

Per tutti coloro i quali si trovassero per la prima volta di fronte a questo tipo di truffa, ecco come funziona:

La truffa è legata al riciclaggio di denaro.Il sistema si basa su fantomatiche società nate a partire dal 2005 con l’avvento del fenomeno del phishing. Rispondendo all’email, il passo successivo è l’invio del “contratto” nel quale viene specificata la mansione che dovrà svolgere, solitamente definita con il termine di Responsabile finanziario. Dovrà in poche parole mettere a loro disposizione il suo conto corrente per ricevere somme di denaro, che dovrà poi girare verso un altro conto o tramite i canali WesterUnion o MoneyGram. il suo compenso è una percentuale della somma stabilita, solitamente non supera il 10%. Effettuando questa operazione ha appena commesso il reato di riciclaggio di denaro. (Trova alcune sentenze nel nostro sito al seguente indirizzo: http://www.anti-phishing.it/phishing...enali-e-civili)
Questo accade perchè la somma che ha inizialmente ricevuto proviene da un conto corrente manomesso dai truffatori, del quale sono entrati in possesso di username e password attraverso email di phishing. Non potendo trasferire il denaro direttamente verso l’estero (es. Romania, Russia..) in quanto la banca li bloccherebbe hanno bisogno di trasferire il denaro con altri mezzi. Ed è qui che entrano in gioco le false società.

.

L’email utilizzata:

Da: Raul Gabriel <raul_gabriel@jutonna.com>
Date: 19 settembre 2012 13:51
Oggetto: Lavoro nuovo.

OFFERTA DI LAVORO: Responsabile delle operazioni.

l’IMPRESA:
Jutonna si occupa di consulenza per le aziende in campo strategico, operativo e logistico. Jutonna Vi aiuterà durante le fasi di crescita ed progetto del valore, indicandoVi possibili strade di sviluppo e proponendoVi un’altra opinione per essere competitivi, collegando insieme il massimo delle opportunità e il minimo dei rischi.

MANSIONE: Responsabile delle operazioni.

IMPEGNI:
Badare e controllare il flusso dei pagamenti;
Dirigere l’accurata registrazione delle transazioni.

REQUISITI:
Diploma di scuola o laurea universitaria;
Capacità di svolgere compiti molteplici;
Accuratezza ed attenzione.



Fonte: Anti-Phishing Italia – www.anti-phishing.it

Read more: http://www.anti-phishing.it/false-of...#ixzz27k6VKk7L