parlo di un'esperienza personale di circa 6 anni fa.

abitavo a torino con i miei genitori e volevamo andare in liguria in vacanza per l'estate.
iniziamo a guardare appartamenti/case da affittare e ne troviamo uno che per 10 giorni chiede sui 600 euro. Non male pensiamo ma decidiamo di fare attenzione(invano). Controlliamo l'indirizzo con maps , l'appartamento è quello. Controlliamo il nome del proprietario , ha un conto in banca a nome suo dunque non può essere falso. Chiamiamo il primo numero (ne aveva forniti 3 se non erro) e ci risponde subito un signore che rispondendo dice il suo nome (era quello dell'annuncio). Parliamo ed è tutto ok ma vuole una caparra di 200 euro.

su 600 euro totali mi sembra il minimo da fare , non voleva altro , bastava un bonifico.
i miei vanno in banca il giorno stesso e fanno il bonifico , lo chiamiamo e ci dice di richiamarlo tra una settimana circa per metterci d'accordo sull'ora di arrivo.

una settimana dopo (il giorno prima della partenza) chiamiamo. non risponde nessuno.
avrà il telefono silenzioso?

proviamo con il secondo numero... Numero inesistente... orca...
terzo e ultimo numero da provare , quello del bar a 2 isolati dall'appartamento in cui il signore diceva di lavorare.
risponde un altro signore e gentilmente ci dice che non esiste nessun signor X (quello dell'annuncio) e che era circa la centesima chiamata che riceve quel giorno per quel motivo , tutte persone fregate come noi.
andiamo online per vedere l'annuncio... sparito nel nulla

abbiamo fatto denuncia alla polizia e dopo 2 anni ci hanno detto che forse hanno trovato qualcosa. saputo più nulla


p.s. la vacanza l'abbiamo fatta lo stesso , solo che non 10 giorni in appartamento ma 5 in tenda in campeggio , divertiti molto ma l'amaro in bocca rimane lo stesso quando ci ripenso. 200 euro non sono tanti ma se quello ha fregato 100 persone si è fatto 20 mila euro
aveva 4 annunci online di 4 appartamenti diversi... immagino solo quanti soldi abbia fatto e spero che usi tutti quei soldi in medicinali anti diarroici