Il Bytecoin, reso disponibile al pubblico nel marzo 2014, è la prima criptovaluta basata sulla tecnologia CryptoNote, con un codice opensource progettato per il cash settlement anonimo. Dal momento del lancio, sono stati effettuati molti miglioramenti, come transazioni multiple e vari aggiornamenti della sicurezza.

Il Bytecoin ha chiuso al 31 maggio a 0,006445 dollari, con un rimbalzo di quasi il 22% sul mese. Il prezzo di apertura il 1° maggio era di 0,005270 dollari, prima che la alt-coin schizzasse del 68% al massimo storico di 0,020152 dollari l’8 maggio. Al prezzo attuale, ha una capitalizzazione di mercato di quasi 1,2 miliardi di dollari e rappresenta la ventunesima principale valuta digitale.



L’improvviso rimbalzo del prezzo di Bytecoin si è registrato sulla scia dell’annuncio dell’8 maggio del suo lancio su Binance, la principale piazza digitale al mondo. Tuttavia, il prezzo si è rapidamente staccato dai massimi in un clima di apprensione fra gli utenti di Bytecoin per la possibilità che la moneta sia uno schema “pump and dump”.

Il team di Bytecoin ha risposto su Reddit affermando di non avere alcun controllo sulla direzione che potrebbe prendere il prezzo della moneta. Tutto ciò che può controllare è il software alla base del token. Aggiungono inoltre che Binance non ha mai fornito loro informazioni circa la tempistica della quotazione, come precedentemente presunto dagli utenti.

Osservando il grafico, l’azione del Bytecoin al momento sembra meno costruttiva rispetto ad alcuni dei suoi rivali, con il prezzo che fatica a superare la resistenza vicino alla dma a 50.