Il NEM è una criptovaluta peer-to-peer ed una piattaforma blockchain lanciata il 31 marzo 2015. Nata tenendo in mente le aziende, la blockchain del NEM è progettata per offrire un metodo semplificato per mantenere un ledger di transazioni sicuro.

Il prezzo di un NEM era scambiato a 0,40449 dollari il 1° maggio, prima di scendere a 0,22809 il 27 maggio, il minimo dal 6 aprile. Ha chiuso il mese a 0,25417 dollari, con un tonfo mensile del 40%. Al prezzo attuale, il NEM si classifica quindicesimo tra le principali criptovalute in circolazione, con una capitalizzazione di mercato di circa 2,3 miliardi di dollari.

Sull’anno in corso, il NEM registra un crollo del 74%, che lo rende la seconda principale criptovaluta perdente dell’anno, superato solo dal Qtum.



Come molte altre alt-coin sul mercato, il NEM ha visto il suo valore ridotto dall’attuale calo dei prezzi, sebbene non ci sia stata una ragione particolare per le vendite. Da un punto di vista tecnico, l’azione di prezzo resta negativa fin quando rimane sotto le medie mobili chiave a 100 e a 200 giorni.

Detto ciò, il NEM potrebbe stare per raggiungere il fondo, dal momento che il prezzo ha cominciato a vedere una ripresa negli ultimi giorni di maggio e potrebbe diventare un acquisto convincente in futuro. I rialzi sono stati registrati quando la compagnia ha annunciato su Twitter di aver lanciato il suo ecosistema Catapult sulla rete pubblica. Il rivoluzionario aggiornamento della rete è stato rilasciato in occasione del summit di Coindesk “Consensus 2018 blockchain technology”.

Catapult, noto anche come Mijin v.2, è un motore blockchain che fornisce una nuova versione del protocollo NEM per reti sia pubbliche che private per le imprese.