Il prezzo dell’oro è pressoché invariato questo mercoledì, gli investitori sembrano non tenere conto dell’ultimo lancio missilistico in Corea del Nord, in attesa dei commenti della presidente della Federal Reserve e di una serie di dati economici USA per avere indicazioni sull’andamento della politica monetaria.
Sul Comex, i future dell’oro sono scambiati a 1.295,71 dollari l’oncia troy alle 3:15 ET (08:15 GMT), pressoché invariati rispetto alla chiusura della seduta precedente. Il prezzo ha toccato il massimo dal 16 ottobre di 1.299,00 dollari all’inizio della settimana.
Il prezzo dell’oro ha visto un lieve rialzo ieri quando gli investitori hanno capito che l’udienza di conferma del Governatore della Federal Reserve alla Commissione Bancaria del Senato non avrebbe influenzato le aspettative sulla politica dei tassi di interesse USA.
Stamane la Corea del Nord avrebbe lanciato un missile balistico probabilmente intercontinentale atterrato nel Mar del Giappone, secondo il Pentagono.
Il lancio, il primo di Pyongyang dal 15 settembre, ha seguito la notizia che gli Stati Uniti hanno classificato la Corea del Nord come un paese che ha supportato il terrorismo il 20 novembre. La nazione successivamente si è vantata sui media locali del fatto che il suo nuovo missile sarebbe in grado di raggiungere gli Stati Uniti.
Nonostante ciò, molti mercati sembrano non aver tenuto conto della notizia e l’oro non è riuscito ad ottenere il supporto come bene rifugio.
Nel corso della giornata, la presidente uscente della Federal Reserve Janet Yellen testimonierà sulle prospettive economiche davanti al Joint Economic Committee del Congresso e le sue parole potrebbero fornire agli operatori dei mercati dettagli sui progressi dell’economia.
Gli investitori seguiranno con attenzione le dichiarazioni di Yellen dopo che la Presidente ha avvertito che l’andamento basso dell’inflazione limita il potenziale di ulteriori aumenti dei tassi.