Esponi i tuoi banner sul forum
Pagina 45 di 49 PrimaPrima ... 3540414243444546474849 UltimaUltima
Risultati da 441 a 450 di 483
Like Tree160Likes

Discussione: Emgoldex - 3500 euro al mese

  1. #441
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    47
    vCash
    500
    Points
    174.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    174.00
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da Hellboy Visualizza Messaggio
    Hai fatto iconti? A me non risulta...magari mi sbaglio ma ponzi e' quando non c'e' un prodotto, qui invece qualcosa c'e'
    Boia non ci arrivi proprio a capirlo.
    Tu guadagni ok? Ecco, sé tu guadagni, vuol dire che ti entrano dei soldi di altre persone.
    Ecco, mi spieghi in emgoldex
    da dove arrivano i soldi di questo ultimi?

    Perché vendono oro? Lol ma a chi lo vendono? Ma te pensi che Ronald o i suoi collaboratori vadano in giro a vendere oro o più semplicemente ripropongono questo giochino a tutti? E allora in questo sistema chi sono le persone fisiche che fanno uscire soldi di tasca propria per far guadagnare altre persone? Boh ragazzi se non ci arrivate vuol dire che il vostro quoziente intellettuale è veramente limitato

  2. #442
    Bannato
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    348
    vCash
    500
    Points
    0.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    0
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da skomodo Visualizza Messaggio
    Boia non ci arrivi proprio a capirlo.
    Tu guadagni ok? Ecco, sé tu guadagni, vuol dire che ti entrano dei soldi di altre persone.
    Ecco, mi spieghi in emgoldex
    da dove arrivano i soldi di questo ultimi?

    Perché vendono oro? Lol ma a chi lo vendono? Ma te pensi che Ronald o i suoi collaboratori vadano in giro a vendere oro o più semplicemente ripropongono questo giochino a tutti? E allora in questo sistema chi sono le persone fisiche che fanno uscire soldi di tasca propria per far guadagnare altre persone? Boh ragazzi se non ci arrivate vuol dire che il vostro quoziente intellettuale è veramente limitato
    Beh se sei cosi intelligente consigliaci tu qualche business

  3. #443
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    47
    vCash
    500
    Points
    174.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    174.00
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da Hellboy Visualizza Messaggio
    Beh se sei cosi intelligente consigliaci tu qualche business
    Droga e prostituzione

  4. #444
    Bannato
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    348
    vCash
    500
    Points
    0.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    0
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da skomodo Visualizza Messaggio
    Droga e prostituzione
    Perfetto organizziamo un network scommettiamo che ci sara chi ti dice che rubi?

  5. #445
    Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    1
    vCash
    500
    Points
    9.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    9.00
    Dona
    c'è un sistema di formazione dietro questo progetto?

  6. #446
    Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    17
    vCash
    500
    Points
    308.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    308.00
    Dona
    skomodo ma nn ci arrivi che è un negozio dove è normale che paghino se hanno entrate!!! e le entrate è normale che sono nuove vendite ( clienti) sia che facciano o no il network!!! mi sembra una cosa logica .. come tutte le aziende di questo mondo...

  7. #447
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    50
    vCash
    500
    Points
    236.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    236.00
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da skomodo Visualizza Messaggio
    Boia non ci arrivi proprio a capirlo.
    Tu guadagni ok? Ecco, sé tu guadagni, vuol dire che ti entrano dei soldi di altre persone.
    Ecco, mi spieghi in emgoldex
    da dove arrivano i soldi di questo ultimi?

    Perché vendono oro? Lol ma a chi lo vendono? Ma te pensi che Ronald o i suoi collaboratori vadano in giro a vendere oro o più semplicemente ripropongono questo giochino a tutti? E allora in questo sistema chi sono le persone fisiche che fanno uscire soldi di tasca propria per far guadagnare altre persone? Boh ragazzi se non ci arrivate vuol dire che il vostro quoziente intellettuale è veramente limitato
    Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...

    Dopo un anno e mezzo che scrivo per mettere in guardia da questo sistema mi sto rendendo conto che c'è un problema di fondo in questa discussione:
    quelli che scrivono qui sono tutte persone "sgamate".
    Sia chi scrive PRO sia chi scrive CONTRO.

    C'è chi è dentro ad Emgoldex ed è abbastanza furbo da capire come funziona tutto il meccanismo e vi opera riuscendo a farci anche spesso dei buoni guadagni,
    Altri invece, che non sono nel sistema, sono sufficientemente informati e consapevoli che non accetterebbero mai di entrare in un sistema simile.

    Il problema sono le migliaia di persone "della strada", quelle che cascano in Emgoldex senza essersi informate, ascoltando solo quello che gli viene raccontato dal promotore di turno.
    Gran parte di queste persone paga la quota di ingresso e poi abbandona per incapacità, per incomprensione, per inadeguatezza.
    Sono queste che mi fanno un po' pena...

  8. #448
    Bannato
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    348
    vCash
    500
    Points
    0.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    0
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da pavlin Visualizza Messaggio
    Gran parte di queste persone paga la quota di ingresso e poi abbandona per incapacità, per incomprensione, per inadeguatezza.
    e di chi e' la colpa di emgoldex (che lavora come altri network) o di chi non e' capace di fare questo lavoro?

    un mio diretto ha abbandonato perche' non ha fatto nemmeno 1 intervista quindi io dico prima di entrare in un network sei TU che devi sapere che devi parlare con le persone cosi come fanno i rappresentanti
    bisogna PROPORRE l'investimento ma se tu non lo fai nessun network ti fara' mai guadagnare

    a proposito di network marketing

    c'e' una legge che regolamenta questo settore ed indovina un po' emgoldex e' in regola con le normative (che novita')
    tanto piu che

    Legge 17 Gennaio 2000, n. 7

    pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21 gennaio 2000
    "Nuova disciplina del mercato dell'oro, anche in attuazione della direttiva 98/80/CE del Consiglio, del 12 ottobre 1998"

    Articolo 1
    (Commercio dell'oro)
    1. Ai fini della presente legge con il termine "oro" si intende:
    l'oro da investimento, intendendo per tale l'oro in forma di lingotti o placchette di peso accettato dal mercato dell'oro, ma comunque superiore ad 1 grammo, di purezza pari o superiore a 995 millesimi, rappresentato o meno da titoli; le monete d'oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, coniate dopo il 1800, che hanno o hanno avuto corso legale nel Paese di origine, normalmente vendute a un prezzo che non supera dell'80 per cento il valore sul mercato libero dell'oro in esse contenuto, incluse nell'elenco predisposto dalla Commissione delle Comunità europee ed annualmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee, serie C, nonchè le monete aventi le medesime caratteristiche, anche se non ricomprese nel suddetto elenco; con decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica sono stabilite le modalità di trasmissione alla Commissione delle Comunità europee delle informazioni in merito alle monete negoziate nello Stato italiano che soddisfano i suddetti criteri;
    il materiale d'oro diverso da quello di cui alla lettera a), ad uso prevalentemente industriale, sia in forma di semilavorati di purezza pari o superiore a 325 millesimi, sia in qualunque altra forma e purezza.
    2. Chiunque dispone o effettua il trasferimento di oro da o verso l'estero, ovvero il commercio di oro nel territorio nazionale ovvero altra operazione in oro anche a titolo gratuito, ha l'obbligo di dichiarare l'operazione all'Ufficio italiano dei cambi, qualora il valore della stessa risulti di importo pari o superiore a 20 milioni di lire. All'obbligo di dichiarazione sono tenuti anche gli operatori professionali di cui al comma 3, sia che operino per conto proprio, sia che operino per conto di terzi. Dalla presente disposizione sono escluse le operazioni effettuate dalla Banca d'Italia.
    3. L'esercizio in via professionale del commercio di oro, per conto proprio o per conto di terzi, può essere svolto da banche e, previa comunicazione all'Ufficio italiano dei cambi, da soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
    forma giuridica di società per azioni, o di società in accomandita per azioni, o di società a responsabilità limitata, o di società cooperativa, aventi in ogni caso capitale sociale interamente versato non inferiore a quello minimo previsto per le società per azioni;
    oggetto sociale che comporti il commercio di oro;
    possesso, da parte dei partecipanti al capitale, degli amministratori e dei dipendenti investiti di funzioni di direzione tecnica e commerciale, dei requisiti di onorabilità previsti dagli articoli 108, 109 e 161, comma 2, del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, emanato con decreto legislativo 1o settembre 1993, n. 385.
    4. Sono comunque esclusi dalla disciplina di cui al comma 3 gli operatori che acquistano oro al fine di destinarlo alla propria lavorazione industriale o artigianale o di affidarlo, esclusivamente in conto lavorazione, ad un titolare del marchio di identificazione di cui al decreto legislativo 22 maggio 1999, n. 251.
    5. I dati oggetto delle dichiarazioni di cui al comma 2 sono posti a disposizione delle competenti amministrazioni a fini fiscali, antiriciclaggio, di ordine e di sicurezza pubblica, in conformità alle leggi vigenti e con modalità concordate con dette amministrazioni.
    6. I contenuti e le modalità di effettuazione della dichiarazione prevista dal comma 2 sono definiti dall'Ufficio italiano dei cambi con provvedimento da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. L'Ufficio italiano dei cambi concorda con le amministrazioni competenti le modalità di trasmissione dei dati contenuti nella dichiarazione stessa.
    7. La verifica della sussistenza dei requisiti previsti dal comma 3 è demandata, per gli intermediari diversi dalle banche, all'Ufficio italiano dei cambi.
    8. L'Ufficio italiano dei cambi fissa, coerentemente con gli standard in uso nei principali mercati internazionali, gli standard cui deve rispondere l'oro grezzo per avvalersi della qualifica di "buona consegna" nel mercato nazionale.
    9. L'Ufficio italiano dei cambi:
    sulla base di tariffe e modalità predefinite certifica con apposito provvedimento l'idoneità alla "buona consegna" delle aziende che ne facciano richiesta e risultino in grado, anche sul piano della capacità tecnica, dell'affidabilità e dell'onorabilità, di rispettare gli standard di cui al comma 8;
    vigila sulla permanenza dei presupposti della certificazione, in difetto dei quali provvede alla revoca del relativo provvedimento;
    individua sulla base di criteri predefiniti i soggetti, pubblici o privati, dai quali potranno essere rilasciate alle aziende interessate le attestazioni tecniche e merceologiche necessarie alla certificazione.
    10. Restano ferme le vigenti disposizioni in materia di titoli e marchi dei metalli preziosi.
    11. Fatta eccezione per la Banca d'Italia, per l'Ufficio italiano dei cambi e per le banche, continuano ad applicarsi le vigenti disposizioni di legge di pubblica sicurezza in materia di commercio di oro.

    Articolo 2
    (Operazioni finanziarie in oro)
    1. L'esercizio in via professionale di attività aventi ad oggetto operazioni finanziarie sull'oro, rappresentato o meno da titoli, ivi comprese le monete d'oro, è riservato alle banche e agli intermediari abilitati, ai sensi dell'articolo 18 del testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, emanato con decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, all'effettuazione dei servizi di investimento.
    2. Quando le operazioni di cui al comma 1 danno luogo alla consegna materiale dell'oro, le medesime operazioni sono soggette all'obbligo di dichiarazione di cui all'articolo 1, comma 2.

    Articolo 3
    (Disposizioni fiscali)
    1. All'articolo 4, quinto comma, secondo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, le parole: "di cui siano parti la Banca d'Italia, l'Ufficio italiano dei cambi o le banche agenti" sono sostituite dalle seguenti: "effettuate dalla Banca d'Italia e dall'Ufficio italiano dei cambi".
    2. Le operazioni esenti di cui all'articolo 10, numero 3), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, sono da considerare in ogni caso prestazioni di servizi. Resta fermo il trattamento fiscale già applicato e non si fa luogo al rimborso di imposte già pagate nè è consentita la variazione di cui all'articolo 26 del predetto decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972, e successive modificazioni.
    3. All'articolo 10 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
    al numero 9), le parole: "effettuate in relazione a rapporti di cui siano parti la Banca d'Italia e l'Ufficio italiano cambi o le banche agenti ai sensi dell'articolo 4, ultimo comma, del presente decreto" sono sostituite dalle seguenti: "effettuate in relazione ad operazioni poste in essere dalla Banca d'Italia e dall'Ufficio italiano dei cambi, ai sensi dell'articolo 4, quinto comma, del presente decreto";
    il numero 11) è sostituito dal seguente:
    "11) le cessioni di oro da investimento, compreso quello rappresentato da certificati in oro, anche non allocato, oppure scambiato su conti metallo, ad esclusione di quelle poste in essere dai soggetti che producono oro da investimento o che trasformano oro in oro da investimento, i quali abbiano optato, con le modalità ed i termini previsti dal decreto del Presidente della Repubblica 10 novembre 1997, n. 442, anche in relazione a ciascuna cessione, per l'applicazione dell'imposta; le operazioni previste dall'articolo 81, comma 1, lettere c-quater) e c-quinquies), del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, riferite all'oro da investimento; le intermediazioni relative alle precedenti operazioni. Se il cedente ha optato per l'applicazione dell'imposta, analoga opzione può essere esercitata per le relative prestazioni di intermediazione. Per oro da investimento si intende:
    l'oro in forma di lingotti o placchette di peso accettato dal mercato dell'oro, ma comunque superiore ad 1 grammo, di purezza pari o superiore a 995 millesimi, rappresentato o meno da titoli;
    le monete d'oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, coniate dopo il 1800, che hanno o hanno avuto corso legale nel Paese di origine, normalmente vendute a un prezzo che non supera dell'80 per cento il valore sul mercato libero dell'oro in esse contenuto, incluse nell'elenco predisposto dalla Commissione delle Comunità europee ed annualmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee, serie C, sulla base delle comunicazioni rese dal Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, nonchè le monete aventi le medesime caratteristiche, anche se non comprese nel suddetto elenco;".
    4. All'articolo 17 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, è aggiunto, in fine, il seguente comma:
    "In deroga al primo comma, per le cessioni imponibili di oro da investimento di cui all'articolo 10, numero 11), nonchè per le cessioni di materiale d'oro e per quelle di prodotti semilavorati di purezza pari o superiore a 325 millesimi, al pagamento dell'imposta è tenuto il cessionario, se soggetto passivo d'imposta nel territorio dello Stato. La fattura, emessa dal cedente senza addebito d'imposta, con l'osservanza delle disposizioni di cui agli articoli 21 e seguenti e con l'indicazione della norma di cui al presente comma, deve essere integrata dal cessionario con l'indicazione dell'aliquota e della relativa imposta e deve essere annotata nel registro di cui agli articoli 23 o 24 entro il mese di ricevimento ovvero anche successivamente, ma comunque entro quindici giorni dal ricevimento e con riferimento al relativo mese; lo stesso documento, ai fini della detrazione, è annotato anche nel registro di cui all'articolo 25".
    5. All'articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
    al comma 3, la lettera d) è sostituita dalla seguente:
    "d) cessioni di cui all'articolo 10, numero 11), effettuate da soggetti che producono oro da investimento o trasformano oro in oro da investimento;";
    dopo il comma 5 è aggiunto il seguente:
    "5-bis. Per i soggetti diversi da quelli di cui alla lettera d) del comma 3 la limitazione della detrazione di cui ai precedenti commi non opera con riferimento all'imposta addebitata, dovuta o assolta per gli acquisti, anche intracomunitari, di oro da investimento, per gli acquisti, anche intracomunitari, e per le importazioni di oro diverso da quello da investimento destinato ad essere trasformato in oro da investimento a cura degli stessi soggetti o per loro conto, nonchè per i servizi consistenti in modifiche della forma, del peso o della purezza dell'oro, compreso l'oro da investimento".
    6. All'articolo 22, primo comma, numero 6), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, le parole: "rientranti nell'attività propria delle imprese che le effettuano" sono soppresse.
    7. All'articolo 30, terzo comma, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, dopo le parole: "e alle importazioni" sono aggiunte le seguenti: ", computando a tal fine anche le operazioni effettuate a norma dell'articolo 17, quinto comma".
    8. All'articolo 68 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
    la lettera b) è sostituita dalla seguente:
    "b) le importazioni di campioni gratuiti di modico valore, appositamente contrassegnati;"
    la lettera c) è sostituita dalla seguente:
    "c) ogni altra importazione definitiva di beni la cui cessione è esente dall'imposta o non vi è soggetta a norma dell'articolo 72. Per le operazioni concernenti l'oro da investimento di cui all'articolo 10, numero 11), l'esenzione si applica allorchè i requisiti ivi indicati risultino da conforme attestazione resa, in sede di dichiarazione doganale, dal soggetto che effettua l'operazione;".
    9. All'articolo 70 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, è aggiunto, in fine, il seguente comma:
    "Per l'importazione di materiale d'oro, nonchè dei prodotti semilavorati di purezza pari o superiore a 325 millesimi da parte di soggetti passivi nel territorio dello Stato l'imposta, accertata e liquidata nella dichiarazione doganale, in base ad attestazione resa in tale sede, è assolta a norma delle disposizioni di cui al titolo II; a tal fine il documento doganale deve essere annotato, con riferimento al mese di rilascio del documento stesso, nei registri di cui agli articoli 23 o 24 nonchè, agli effetti della detrazione, nel registro di cui all'articolo 25".
    10. Per le cessioni e le importazioni di argento, in lingotti o grani, di purezza pari o superiore a 900 millesimi, si applicano le disposizioni di cui agli articoli 17, quinto comma, e 70, ultimo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, come modificati dal presente articolo.
    11. Le disposizioni di cui agli articoli 10, numero 11), e 68, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, devono intendersi applicabili alle operazioni aventi per oggetto oro in lamina se effettuate anteriormente alla data di entrata in vigore della presente legge.(1)
    12. Per quanto riguarda gli adempimenti contabili, nonchè per le modalità e i termini di pagamento delle imposte, si applica l'articolo 3, comma 136, della legge 23 dicembre 1996, n. 662.
    ______________
    Note
    (1) Comma così modificato dall'art. 42, Legge 21 novembre 2000, n. 342

    Articolo 4
    (Sanzioni)
    1. Chiunque svolge l'attività di cui all'articolo 1, comma 3, senza averne dato comunicazione all'Ufficio italiano dei cambi, ovvero in assenza dei requisiti richiesti, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni e con la multa da lire quattro milioni a lire venti milioni. Alla stessa pena soggiace chiunque svolga l'attività prevista dall'articolo 2, comma 1, senza esservi legittimato.
    2. Le violazioni dell'obbligo di dichiarazione di cui all'articolo 1, comma 2, sono punite con la sanzione amministrativa da un minimo del 10 per cento ad un massimo del 40 per cento del valore negoziato. Per l'accertamento delle violazioni previste dal presente comma e per l'irrogazione delle relative sanzioni si applicano le disposizioni del testo unico delle norme di legge in materia valutaria, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 31 marzo 1988, n. 148, e successive modificazioni.
    3. Si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successive modificazioni. Non è ammesso il pagamento in misura ridotta previsto dall'articolo 16 della medesima legge.

    Articolo 5
    (Disposizioni finali e transitorie)
    1. Nel periodo di prima applicazione della presente legge, i requisiti di cui alle lettere a) e b) del comma 3 dell'articolo 1 non sono richiesti per i soggetti autorizzati da almeno cinque anni alla data di entrata in vigore della presente legge ai sensi dell'articolo 15 del testo unico delle norme di legge in materia valutaria, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 31 marzo 1988, n. 148, e che dimostrino di avere utilizzato l'autorizzazione per un quantitativo minimo annuale pari a 30 chilogrammi. Tali soggetti hanno l'obbligo di conformarsi, entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, alle disposizioni del comma 3 dell'articolo 1 anche per quanto riguarda i requisiti di cui alle lettere a) e b) del medesimo comma.
    2. I soggetti autorizzati da meno di cinque anni, ovvero quelli che non hanno utilizzato l'autorizzazione per il quantitativo minimo previsto, hanno l'obbligo di comunicare all'Ufficio italiano dei cambi l'intenzione di svolgere l'attività di cui all'articolo 1, comma 3, e di conformarsi alle disposizioni di cui al medesimo articolo 1, comma 3, entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge.
    3. L'Ufficio italiano dei cambi provvede alla verifica della sussistenza dei requisiti previsti ai commi 1 e 2.
    4. Il limite di importo previsto dall'articolo 1, comma 2, della presente legge può essere modificato con il provvedimento di cui all'articolo 4, comma 3, lettera a), del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 luglio 1991, n. 197.

    Articolo 6
    (Abrogazione di norme)
    1. Sono abrogati l'articolo 2, terzo comma, del decreto legislativo luogotenenziale 17 maggio 1945, n. 331, l'articolo 1, comma 1, lettera e), della legge 26 settembre 1986, n. 599, e l'articolo 15, commi 3 e 4, del testo unico delle norme di legge in materia valutaria, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 31 marzo 1988, n. 148.

    E se propio vogliamo approfondire il network marketing

    http://digilander.libero.it/abnetwor...%20MLM/mlm.zip

    - - - Aggiornato - - -

    detto cio' pavlin e skomodo perche' non tornate in fabbrica a lavorare per il vostro padrone a 1k€ al mese?

    ciao ciao

  9. #449
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    47
    vCash
    500
    Points
    174.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    174.00
    Dona
    Citazione Originariamente Scritto da robib18 Visualizza Messaggio
    skomodo ma nn ci arrivi che è un negozio dove è normale che paghino se hanno entrate!!! e le entrate è normale che sono nuove vendite ( clienti) sia che facciano o no il network!!! mi sembra una cosa logica .. come tutte le aziende di questo mondo...
    Parole a caso. Dagli un senso logico please.

  10. #450
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    4
    vCash
    500
    Points
    7.00
    Banca
    0.00
    Total Points
    7.00
    Dona
    Lo schema di Ponzi permette a chi comincia la catena e ai primi coinvolti di ottenere alti ritorni economici a breve termine, ma richiede continuamente nuove vittime disposte a pagare le quote. I guadagni derivano infatti esclusivamente dalle quote pagate dai nuovi investitori e non da attività produttive o finanziarie.

    Il sistema è naturalmente destinato a terminare con perdite per la maggior parte dei partecipanti, perché i soldi "investiti" non danno alcuna vera rendita né interesse, essendo semplicemente incamerati dai primi coinvolti nello schema che li useranno inizialmente per rispettare le promesse. La diffusione della truffa spesso diventa di tale portata da renderla palese, portando alla sua interruzione da parte delle autorità.

    Le caratteristiche tipiche sono:

    Promessa di alti guadagni a breve termine;
    Ottenimento dei guadagni da escamotage finanziari o da investimenti di "alta finanza" documentati in modo poco chiaro;
    Offerta rivolta, all'epoca in cui fu architettata la truffa, ad un pubblico non competente in materia finanziaria;
    Investimento legato ad un solo promotore o azienda.
    Risulta evidente che il rischio di investimento in operazioni che sfruttano questa pratica è molto elevato. Il rischio è crescente al crescere del numero degli iscritti, essendo sempre più difficile trovare nuovi adepti. QUESTO è IL MIO CAVALLO DI BATTAGLIA!

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •