Come riconoscere una PTC Scam

ptc-scam-alert-Le PTC (Paid To Click, siti dove si guadagna visualizzando la pubblicità) spesso diventano PTC Scam (truffa), come riconoscerli? Segui questa guida che ti aiuterà a scovare le ptc scam.

1) Diffida dei siti nuovi, mettili alla prova, segui la discussione nel nostro forum. Non investire grandi cifre nei siti PTC nuovi, attendi almeno 4-6 mesi. Ricorda, tutti i soldi che investi li puoi perdere!

2) Controlla il nome del dominio, se è gratuito è di certo scam. I domini gratuiti sono hanno un nome lungo e sono quelli ospitati presso un altro sito, es: .com.it, Worpress, free… Evita i siti che come nome scelgono quello simile a un altro sito famoso, lo fanno per indurre in inganno le persone; es. Neobux-India.com. Evita pure i siti che hanno nomi strani e brutti, tipo Bux.to, Bux3).

3) Controlla il whois e scopri a chi è registrato il sito e dove. Il whois è un protocollo di rete che vi proporzionerà i dati sul proprietario del sito. Se un whois è privato (che non si vede a chi è registrato il sito) diffida, o almeno diffida all’inizio. Se il whois è pubblico, ottieni nome e cognome del proprietario, fai una ricerca in rete su di lui e scopri se ha precedenti di truffe. Controlla anche quando scade il sito, se scade prima dell’anno il proprietario non ha intenzioni serie.

4) Non fidarti dei siti che analizzano le PTC e che creano liste di PTC paganti e PTC scam. Spesso questi siti richiedono ai proprietari delle varie PTC delle somme in denaro, pena segnarli come scam. Fidati piuttosto dei blogger indipendenti che hanno provato la PTC e che riportano la loro esperienza personale.

5) Non fidarti neppure delle classifiche di PTC. Chiunque può andare lì e autovotarsi ogni giorno, magari cambiano indirizzo IP. Inoltre, all’inizio gli amministratori delle varie PTC chiederanno ai propri membri di votare, e tutti voteranno entusiasti per dare visibilità al sito e farlo crescere, salvo poi rimanere fregati dopo un paio di mesi.

6) Diffida dei siti PTC senza forum, dai forum che non permettono scrivere o da quelli inattivi; il link al forum deve trovarsi nella pagina d’inizio del sito e deve essere pubblico e visualizzabile a chiunque. Inizia a sospettare se l’amministratore è sparito dal forum da oltre 3 giorni o se c’è poca attività nel forum stesso. Sospetta pure se per poter pubblicare un post ricevi un messaggio dove ti si dice che il tuo messaggio sarà controllato prima di essere pubblicato. Se il forum viene cancellato e rinnovato da zero, qualcosa è stato voluto nascondere. Se non compare la sezione Help (aiuto), c’è qualcosa che non va. E infine, se l’amministratore non risponde ad un sollecito nell’arco di 48 ore o il tuo messaggio è stato cancellato, certamente c’è da dubitare.

7) Se un sito PTC è stato dato come Scam perché da parecchio tempo l’amministratore o il sito erano spariti senza pagare, per poi ritornare e fare promesse, non ti fidare.

8) Può venir chiesto di cancellare l’eventuale disputa aperta con PayPal o Payza, nel momento in cui lo farai avrai perso i tuoi soldi e non potrai riaprire un’altra disputa. Effettivamente, per risolvere la disputa, l’amministratore poteva semplicemente riconoscere di avere torto, di essere in ritardo e pagarti, la disputa si chiudeva così da sola. Un esempio che posso farti è Dolarbux.com, prima l’admin è sparito, quando si è accorto di aver ricevuto troppe dispute su PayPal è ritornato spacciandosi per un nuovo admin e chiedendo agli utenti di cancellare le dispute e che solo dopo averlo fatto sarebbero stati pagati, ovviamente nel momento in cui gli utenti hanno cancellato le dispute il sito è sparito.

9) Non fidarti delle scuse usate per gli eventuali ritardi nei pagamenti, può anche essergli morto il gatto, ma resta sempre un problema suo e non tuo. Le persone meritano delle spiegazioni pubbliche in tempo reale e una ripresa veloce nei pagamenti. A queste cose ci doveva pensare prima di aprire una PTC e tener presente che forse avrebbe avuto bisogno di un aiuto per gestirla, se uno è incapace nel progettare e gestire una PTC, non lo faccia.

10) Per quanto riguarda il contenuto sospetta se: non è spiegato bene, ci sono molti errori o virus, si vedono immagini strane (macchine di lusso con donne in bikini, immagini con molti soldi…), le lettere sono di differenti colori e grandezza, il menù è invisibile o quasi invisibile, il colore dello sfondo della pagina è troppo oscuro ed è difficoltoso leggere la pagina.

11) Per quanto riguarda i pagamenti, diffida da una PTC se: vengono promesse grandi quantità di soldi (ad es. 0,05 o 10 $ per click), il totale pagato è ingiustificabile, l’importo minimo di pagamento cambia spesso, bisogna invertire prima di poter ritirare i soldi.

12) Pure i termini di servizio vanno controllati (TOS), magari non ci sono o sono spariti, oppure contiene delle regole assurde, o non riporta l’importo minimo per riceve un pagamento.

13) Controlla la data del Copyright, si trova in fondo alla pagina web, magari è troppo vecchia.

ptc scam

Questi controlli sui siti PTC ti aiuteranno a scoprire se si tratta di una PTC Scam.

E ora che hai tutte queste indicazioni, perché non dai un’occhiata al forum? Nel forum di guadagna.net ci sono molte PTC attive e paganti, l’importante è seguire le varie discussioni almeno settimanalmente, per vedere come evolvono o se diventano Scam, in questo modo avrai una tutela in più all’ora di guadagnare soldi con le PTC.

2 pensieri su “Come riconoscere una PTC Scam

  1. Grazie x questo articolo, l ho trovato davvero interessante, saprestui consigliarmi qualche sito non bufala che offra un minimo di guadagno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *