Cenni sul Marketing Multilivello

marketingIl Marketing Multilivello, anche conosciuto come Multi-Level Marketing, MLM e Network Marketing, è diventato uno degli strumenti più comuni per fare soldi. E con l’avvento di Internet questo modello di business è diventato ancora più popolare, dal momento che le persone possono reclutare più partecipanti in meno tempo rispetto al tradizionale marketing multilivello. Continua a leggere

Storia dei bitcoin

FC-Bitcoin-PerspectiveConosci la storia dei bitcoin? Il bitcoin è la moneta virtuale più popolare ed è sempre più accettata nei negozi, offre molteplici opportunità di sperimentare nuove forme di contratti economici. In cambio, non ha una certezza giuridica circa il suo utilizzo, e soffre molto la volatilità motivata dalla speculazione. Continua a leggere

Janet Yellen è il nuovo governatore della Fed

yellenUn po’ di respiro per gli Stati Uniti, che alle prese con l’ipotesi del default, risolvono il nodo cruciale del dopo Bernanke. Sarà Janet Yellen, attuale vicepresidente della FED, a sedere al vertice della Banca Centrale. Per la prima volta nella storia, una donna ricoprirà il ruolo che come importanza è secondo solo a quello del presidente degli Stati Uniti.
L’annuncio formale verrà dato da Obama questa sera alle 21 e l’incarico diverrà effettivo da gennaio del prossimo anno.
Ma chi è Janet Yellen? Esperta di disoccupazione, 66 anni, democratica, con una grande esperienza alle spalle. Nasce a Brooklyn da genitori che hanno vissuto la Grande Depressione. Frequenta la Brown University, dove conosce il professore James Tobin, premio nobel per l’economia. Dopo la laurea vince una cattedra all’università di Harvard. Nel 1977 entra a far parte della FED, con il ruolo di economista. Successivamente ha ricoperto la carica di consigliera del Federal Open Market Committe per poi essere nominata presidente della Federal Reserve di San Franciso. Dal 2010 è il vicepresidente della Banca Centrale.
La Yellen è una colomba dichiarata, fu proprio lei a sostenere Bernanke contro gli attacchi dei falchi, che avrebbero voluto una riduzione repentina degli stimoli. Bernanke e la Yellen hanno sempre sostenuto che chiudere i rubinetti in un momento, in cui in America sussistono 20 milioni di disoccupati, avrebbe avuto conseguenze molto negative.
La risoluzione di questo nodo cruciale ha dato un pò di sollievo al dollaro americano, già alle prese con lo shutdown e il tetto del debito. Il movimento rialzista è comunque da intendere come un segnale emotivo, che molto difficilmente potrà avere una continuazione, fino a quando non sarà scongiurata l’ipotesi del default.

dollar index

Incertezza, invece, per gli indici azionari. Nel grafico giornaliero vediamo l’indice dello Standard&Poor’s che al momento della scrittura sta disegnando una candela doji.

spx500

Recensione broker Trading212

Quando ho deciso di avvicinarmi al Forex, ero alla ricerca di un broker per cominciare a fare un po’ di pratica. Notando la pubblicità di Trading212 su banner di Google Adwords, ho deciso di aprire un conto demo su questa piattaforma.

Quello che mi ha più colpito è stata la sua l’intuitività, per me che non sapevo nulla di questo modo è stato molto facile aprire una posizione e impostare i limiti di profitto e di perdita.

Dopo qualche giorno di demo ho cominciato a documentarmi. Trading212 è la piattaforma di negoziazione della società d’intermediazione finanziaria AVUS CAPITAL, un’azienda regolata da tutti gli organismi finanziari europei, compresa la CONSOB in Italia.

Il broker adotta un sistema di negoziazione NO-DEALING-DESK, che cosa significa questo? Dovete sapere che molti broker dividono i propri clienti in due categorie, che chiameremo per comodità Gruppo A e Gruppo B. Nel primo vengono collocati i clienti che non guadagnano, mentre nel secondo ci saranno i clienti più profittevoli. Quando un cliente del Gruppo A apre una posizione, il broker non va a procurarsi la liquidità sul mercato interbancario, perché sa che molto probabilmente non ce ne sarà bisogno e in buona sostanza gioca contro il cliente. Al contrario quando un cliente del Gruppo B va a negoziare, il broker corre dalle banche per coprire la posizione, tutelandosi nei confronti del possibile guadagno del cliente.

Trading212, invece, operando con un sistema NDD, trasmette tutti gli ordini ad altre istituzioni finanziarie per garantire ai propri clienti la giusta copertura quando si negozia in un ambito reale.

Per quanto riguarda la piattaforma, si tratta di un sistema Web-based, quindi accessibile attraverso il browser, senza la necessità di dover scaricare alcun software lasciando inalterato il nostro sistema operativo.

Il layout è perfetto, a sinistra abbiamo i prodotti negoziabili, che permettono di aprire il relativo grafico con timeframe a 1minuto, 10minuti, 1h, 4h, daily e weekly.

trading 212

Il grafico prevede una funzionalità avanzata che ci permette un discreto livello d’interazione, come disegnare supporti e resistenze, tendenze di trendline, ritracciamenti di Fibonacci e l’aggiunta di tutti i principali indicatori.

Al centro del layout abbiamo la tabella dei principali market movers, aggiornati in tempo reale, mentre più in basso troviamo il riquadro degli ordini pendenti. Il layout è completamente personalizzabile, si possono nascondere o spostare ogni singolo riquadro.

A proposito di ordini pendenti, ritengo che a dispetto di altre piattaforme, siano molto intuitivi, ed è disponibile anche il trailing stop, che non tutti offrono.

Di recente è stata sviluppata anche l’applicazione per Android e IOS, e devo dire che si tratta proprio di un bel prodotto, completo, molto leggero, che ci permette di tenere d’occhio il mercato anche lontano dalla nostra postazione fissa.

Gli spreads sono nella media, ad esempio EUR/USD ha uno spread di 1.9 pips, AUD/NDZ, quindi non propriamente una major, ha uno spread di 11 pips.

Gli strumenti negoziabili sono 166 cross valutari, tutte le materie prime, 214 azioni e i principali indici azionari.

Per quanto riguarda le tipologie di pagamento, per i depositi e i prelievi, abbiamo il bonifico bancario, carta di credito e paypal. Le commissioni per il prelievo con carta di credito sono del 2%, con il bonifico dipende dalla nostra banca mentre con Paypal, non è prevista alcuna commissione.

Il minimo per aprire un conto reale con Trading212 è di 100€.

Analisi settimanale, prima di ottobre

Il calendario economico della prossima settimana sarà sicuramente più tranquillo di quello appena trascorso.

Riportiamo i market movers con alta volatilità prevista, fermo restando che vista la situazione dello shutdown americano, alcuni dati potrebbero non essere rilasciati.

Martedì 08 ottobre:

USD

  • Tasso di disoccupazione (SEP), valore previsto 7.3%
  • Underemployment Rate (SEP)
  • Non-farm payrolls, valore previsto 180k, valore precedente 169k

Mercoledì 09 ottobre

GBP

  • Stima prodotto interno lordo, valore precedente 0.9%

USD

  • Minutes del FOMC tenuto il 17-18 settembre

Giovedì 10 ottobre

CNY

  • Concessioni nuovi prestiti, valore previsto 658.6B, valore precedente 711.3B

AUD

  • Tasso disoccupazione, valore previsto 5.8%, valore precedente 5.8%
  • Variazione nell’occupazione, valore previsto 15k, valore precedente -10.8k

GBP

  • Decisione tassi d’interesse, valore previsto 0.50%, valore precedente 0.50%

Venerdì 11 ottobre

EUR

  • Inflazione dalla Germania, valore previsto 1.4%, valore precedente 1.4%

CAD

  • Tasso disoccupazione, valore previsto 7.1k, valore precedente 7.1k
  • Variazione occupazione, valore previsto 15k, valore precedente 59.2k

USD

  • Vendite al dettaglio: valore previsto 0.2%, valore precedente 0.2%
  • Indice di fiducia Michigan: valore previsto 77, valore precedente 77.5

Quadro tecnico

EUR/USD, trend sempre in favore dell’euro, che dopo mesi di lateralità finalmente pare abbia preso una direzione. Interessante come la moneta unica non abbia risentito minimamente della crisi di governo in Italia, forse gli investitori si sono abituati ai teatrini dei nostri politici. Sta di fatto che oggi il cambio vede una candela di correzione che porta il prezzo a 1.3550. Ottimo livello per considerare un’entrata long con target 1.3700. In caso di cedimento, il primo supporto lo troviamo a 1.3480

GBP/USD, il Cable anella la seconda candela negativa consecutiva, che non sembra proprio una correzione, ma piuttosto un crollo della sterlina. Direi comunque di continuare a credere nel trend e ricercare sul livello 1.6000 un segnale long per andare a target per lo meno a 1.6300, primo supporto a 1.5920. Un segnale forte, che giustifiche l’entrata durante la settimana della decisione tassi d’interesse della Bank of England.

EUR/GBP, situazione incerta, il trend ribassista s’interrompe martedì e negli ultimi tre giorni vediamo candele molto forti a favore dell’Euro. Il grafico settimanale, inoltre, mostra un doppio engulfing, che potrebbero stare a significare un’inversione del trend. Resistenza più importante a 0.8530.

AUD/USD, il prezzo sembra suggerire una continuazione del trend al rialzo, considerando anche la difficile situazione americana, potrebbe essere una buona opportunità. Livello intermedio, che potrebbe ostacolarci è 0.9522. Se questo viene rotto, il prossimo obiettivo del prezzo sarà 0.9650.

NZD/USD, molta confusione sul kiwi, un grafico molto difficile da interpretare. Il prezzo al momento si trova in una posizione intermedia. Sarei portato a stare alla finestra e valutare segnali long, solo su rottura dell’area 0.8370. In caso di discesa, aspetterei il prezzo in area 0.8100.

USD/CAD, anche qui molta confusione, unici spunti arrivano dal grafico settimanale, che suggerisce una correzione di un mese e mezzo del trend rialzista di medio periodo. Segnali long da ricerca sull’area 1.0260. In caso di rottura del livello, valuteremo spunti short.

USD/CHF, oggi forza del dollaro nei confronti del franco svizzero. Movimento che potrebbe continuare fino all’area 0.9130, in direzione della media mobile in arrivo. Su quell’area cerchiamo un setup di trading short con target 0.9020.

USD/JPY, come discusso nel forum, il cambio nel breve periodo è stato incastrato in un triangolo, la cui violazione ci poteva mostrare la direzionalità del prezzo. In questa settimana l’apice basso è stato violato, oggi un tentativo di correzione, non molto forte, che potrebbe continuare fino al livello statico e dinamico 0.9800, dove cercheremo spunti short.

MetaTrader 4 e Grafici

La piattaforma di trading MetaTrader 4 è la più conosciuta ed apprezzata per il commercio nel Mercato Forex. Viene ormai adottata dalla grande maggioranza dei Broker che, anche se in possesso di una propria piattaforma proprietaria, offrono la possibilità dell’utilizzo della MetaTrader 4.

Moltissimi trader professionisti utilizzano questa piattaforma per le sue caratteristiche che la pongono ai primi posti per elasticità ed efficienza. La MetaTrader 4 offre un’ampia gamma di indicatori e strumenti grafici utili per svolgere analisi tecniche in tempo reale, sulle cui basi è possibile eseguire tutte le operazioni di trading.

MT4

Questi in definitiva sono i principali vantaggi:

  • Ottimi strumenti di analisi grafica
  • Esecuzione degli ordini in brevissimo tempo
  • Acquisizione rapida di notizie ed informazioni
  • Possibilità di caricare dati storici anche a lunghissimo termine
  • Possibilità di installare ed eseguire software di trading automatico (Expert Advisor)
  • Controllo totale sul proprio conto di trading
  • Traduzione nella maggioranza delle lingue mondiali

La MetaTrader è una delle piattaforme di trading online più avanzate ed efficaci, secondo gli utilizzatori è uno dei migliori software trading in circolazione e permette di operare sui Mercati Forex, Futures e CDF, di controllare le attività di trading in maniera flessibile e di condurre analisi di mercato.

L’utilizzo del MetaQuotes Language 4 (MQL4), integrato nella piattaforma, favorisce l’applicazione di una vasta gamma di indicatori e la creazione diretta di propri Expert Advisor o indicatori per valutare il successo delle proprie strategie di trading. Un sistema integrato di consulenti automatici consente l’automatizzazione del processo decisionale relativo al piazzamento degli ordini e permette alla piattaforma di effettuare operazioni autonomamente.

Tralasciamo volutamente il dettaglio di utilizzo della piattaforma in quando è dotata di un ottimo manuale disponibile nelle principali lingue.

 

I GRAFICI

I grafici sono fondamentali per capire e prevedere il movimento del trend. Senza l’utilizzo dei grafici non si avrebbe l’idea di come il prezzo potrebbe muoversi in futuro e, di conseguenza, come poter aprire le posizioni.

Esistono sostanzialmente tre tipologie di grafici che possiamo utilizzare nella piattaforma di trading:

  • Grafici a candele
  • Grafici a barre
  • Grafici a linee

 

Grafici a candele:

Questo è il tipo di grafico più utilizzato in assoluto, grazie all’estrema semplicità di lettura ed interpretazione, oltre al quantitativo di informazioni che permette di avere e che consente di prevedere il futuro del prezzo di una coppia di valute. Forniscono preziose informazioni in maniera molto precisa, come il prezzo di apertura e chiusura, oltre al prezzo massimo e minimo raggiunti nel corso del tempo (timeframe) preso in esame.

grafico_candele

Quando si parla di Forex vengono subito alla mente i grafici a candele, noti anche come candlestick. In molti modi il grafico a candele è simile al grafico a barre, considerando che mostrano più o meno le stesse informazioni, ma riesce a farlo in maniera molto più semplice e leggibile. La differenza principale è che su una candela, il corpo stesso della candela (ovvero la parte colorata in verde/rosso o bianco/nero) mostra lo scarto tra il prezzo di apertura ed il prezzo di chiusura, mentre nel grafico a barre questo scarto è mostrato da dei trattini.

Questo tipo di grafici viene anche chiamato “candele giapponesi”, in quanto sono nati secoli fa in Giappone e venivano utilizzati come strumento per prevedere il prezzo del riso. Oggi vengono utilizzati per rappresentare i prezzi della maggior parte degli investimenti, valute, commodities, ecc…

Tradizionalmente i corpi delle candele sono di colore rosso/verde o bianco/nero ed indicano rispettivamente una candela in discesa o una candela in salita. Nella piattaforma MetaTrader abbiamo comunque la possibilità di impostare tutti i colori che vogliamo. Otteniamo una candela verde o nera quando il prezzo di chiusura è superiore a quello di apertura, mentre otteniamo una candela rossa o bianca quando il prezzo di chiusura è inferiore a quello di apertura.

Cosa sono le candele?

Una candela è formata da un corpo e da delle ombre. La parte colorata è il corpo e mostra il prezzo di apertura e chiusura della coppia di valute selezionata per il periodo di tempo indicato, mentre le semplici linee verticali al di sopra e al di sotto del corpo sono note come ombre e indicano il valore massimo (sopra) e minimo (sotto) raggiunto.

Se il prezzo chiude al di sopra di quello di apertura, il corpo della candela sarà colorato di verde o nero, al contrario il corpo della candela sarà colorato di rosso o bianco. Se i corpi delle candele sono lunghi, indicano un periodo di tempo in cui acquisti e vendite sono molto intensi, al contrario indicano un periodo di tempo in cui il mercato è in stallo (mercato laterale).

 

Grafici a barre:

Questo tipo di grafici fornisce all’incirca le medesime informazioni dei grafici a candele, ma tali informazioni vengono espresse in maniera differente, secondo molti trader meno intuitiva. Anziché essere rappresentati da candele, vengono rappresentati da barre che indicano il massimo ed il minimo raggiunti nel periodo di tempo preso in considerazione, con piccole lineette laterali che indicano il prezzo di apertura e chiusura.

grafico_barre

Anche questo tipo di grafici è molto utilizzato nell’analisi tecnica. Considerando che la barra si riferisce al tempo selezionato, occorre impostare con attenzione il timeframe ideale prima di iniziare ad analizzare il grafico, questa osservazione vale anche per i grafici a candela.

Il limite superiore della barra rappresenta il prezzo massimo raggiunto dalla coppia di valute presa in esame, quello inferiore il prezzo minimo, quindi nel suo complesso rappresenta l’oscillazione di prezzo raggiunta in quel determinato periodo di tempo. Il trattino orizzontale sulla sinistra indica invece il prezzo di apertura, mentre quello sul lato destro indica il prezzo di chiusura.

 

Grafici a linee:

Questo tipo di grafici sono l’ultimo genere di grafico presente nel Forex. Sicuramente è il grafico più semplice di tutti ma anche quello da cui otteniamo meno informazioni. Si tratta praticamente di linee che uniscono i prezzi di chiusura della coppia di valute presa in esame nell’intervallo di tempo considerato, che non danno informazioni sul futuro andamento dei prezzi, mentre possono essere utilizzate esclusivamente per farsi un’idea generale dell’andamento del trend.

grafico_linee

Il grafico a linee è uno dei più elementari tipi di grafici utilizzati nel Forex ed è formato da una linea che collega una serie di punti che generalmente indicano i vari prezzi di chiusura. Possiamo chiaramente vedere la fluttuazione generale dei prezzi per la coppia di valute indicata in un determinato periodo di tempo.

 

TIMEFRAME

Il Timeframe è il valore di tempo che viene utilizzato per prendere in esame una coppia di valute, all’apertura di un grafico è necessario impostare il tempo per effettuare l’analisi secondo la strategia che intendiamo implementare, questi sono i tempi standard che troviamo nella MetaTrader e quelli più utilizzati in assoluto:

  • M1: grafico a 1 minuto
  • M5: grafico a 5 minuti
  • M15: grafico a 15 minuti
  • M30: grafico a 30 minuti
  • H1: grafico a 1 ora
  • H4: grafico a 4 ore
  • D1: grafico a 1 giorno
  • W1: grafico a 1 settimana
  • MN: grafico a 1 mese

Le Safelist

Le Safelist sono siti che gestiscono delle liste di indirizzi e-mail, le persone iscritte accettano di ricevere ed inviare messaggi di tipo commerciale inerenti a prodotti e servizi di cui necessitano, dove possono promuovere qualunque tipo di attività. Il fatto che ognuno accetti la ricezione di questi messaggi di posta elettronica rende sicuro e verificato l’invio. Il vantaggio del loro utilizzo è quello di poter inviare messaggi a migliaia di persone ogni giorno, senza il pericolo di effettuare spamming.

safelist_01

Questo genere di siti sono nati anni fa in America e sono diventati un mercato fiorente affermandosi come un valido servizio per quelle persone che sono in cerca di affiliati per i loro programmi, che devono promuovere una vendita o promuovere i propri prodotti, ma anche per chi è in cerca di traffico per il proprio sito.

Il funzionamento è molto semplice, ci si iscrive e se si desidera inviare un messaggio, si accede al sito per poterlo inviare. La frequenza di invio dei messaggi dipende dalle condizioni del sito ed è regolata in maniera che i membri non sovraccarichino gli altri membri.

Nella maggior parte dei casi, all’iscrizione vi vengono assegnati dei punti che verranno utilizzati per l’invio dei messaggi, la pubblicazione di banner o la pubblicazione di AD testuali. Per ottenere ulteriori punti è necessario aprire i messaggi ricevuti, cliccare su un apposito link e, dopo che un contatore ha esaurito il suo tempo, vi verranno assegnati. Alcuni messaggi, anziché punti, possono perfino generare piccoli guadagni diretti, inoltre quasi tutte le Safelist hanno dei validi programmi di affiliazione che possono generare ulteriori guadagni.

Potete essere certi che i vostri messaggi verranno inviati quando previsto, generalmente si può impostare se l’invio deve essere fatto subito o in un altro momento. I messaggi verranno inviati senza alcun indirizzo se non i dati della Safelist, tramite comandi potete impostare il messaggio in maniera che visualizzi direttamente il nome del ricevente che a noi rimarrà sconosciuto e che cambierà per ogni membro del sito. Il destinatario del messaggio non sarà in grado di inviare una risposta immediata e noi rimarremo completamente anonimi, quindi otterremo messaggi solo e direttamente dal sito.

A seconda del numero di Safelist su cui vi siete iscritti, potrete ricevere centinaia se non migliaia di messaggi al giorno, questo dipende anche dalla politica del sito e dal numero di iscritti. Con molta probabilità è impossibile leggere o aprire tutti i messaggi ricevuti.

Effettuare marketing attraverso le Safelist è un gioco di numeri, noi possiamo leggere solo un piccolo numero di messaggi, allo stesso modo possiamo aspettarci che gli altri membri leggano solo alcuni messaggi ricevuti. Più è alto il numero di Safelist su cui siamo iscritti e più è alto il numero dei destinatari, di conseguenza più è alto il numero di destinatari e più aumentano le probabilità che il nostro messaggio venga letto o che trovi l’utente interessato all’argomento.

Molte persone hanno riportato notevoli successi di marketing utilizzando le Safelist. Se si desidera fruire seriamente di queste fonti, è necessario essere coerenti, abbiamo la possibilità di aderire a molte Safelist ed inviare messaggi ogni giorno a rotazione, ma è importante mantenere questo calendario con costanza, magari nel breve termine si ottiene poco, ma con la determinazione il numero di invii effettuati darà i suoi risultati.

Esistono servizi gratuiti e a pagamento, oppure servizi dove ti iscrivi come membro gratuito ma con la possibilità di aggiornamento a livelli superiori. Normalmente le Safelist a pagamento o gli aggiornamenti offrono servizi maggiori, del tipo di una maggior frequenza di invio, la possibilità di inviare messaggi in HTML, un maggior afflusso mensile di punti, un guadagno maggiore in caso si facciano iscrivere altre persone utilizzando il proprio link di affiliazione, ecc… Puoi così decidere se rimanere un membro gratuito o eseguire l’aggiornamento a livelli superiori nelle Safelist che stanno dando i migliori risultati.

 

Come gestire tutta questa mole di messaggi

Per gestire adeguatamente la mole di messaggi che si può generare quando si è iscritti a parecchie Safelist, è necessario dotarsi di un client di posta elettronica con il quale si possano suddividere una ad una le varie Safelist, creando una cartella per ogni sito. Inoltre è necessario che suddetto programma abbia la possibilità di filtrare la posta elettronica, in modo da poter indirizzare le e-mail ricevute alla cartella creata in precedenza. Di conseguenza ogni Safelist avrà la sua cartella che conterrà i suoi messaggi.

safelist_02

Perché è necessaria questa suddivisione? La risposta è molto semplice: la maggior parte delle Safelist adotta il funzionamento a punti, prendiamo in considerazione che non è necessario cliccare su tutti i messaggi che riceveremo per accumulare punti (a parte quelli propriamente di nostro interesse), con questo sistema andremo a cliccare solo quando abbiamo bisogno di punti su una data Safelist perché insufficienti per l’invio dei nostri messaggi.

 

Come creare messaggi adatti

Se utilizzi servizi Safelist, ti troverai nella condizione di dover creare messaggi con l’intento di promuovere qualche cosa o di portare traffico al tuo sito, se però non poni attenzione alla giusta strategia, difficilmente le tue e-mail verranno aperte. Questo succede perché le persone oggi sono sempre più “bombardate” da informazioni ed il tempo è sempre meno, di conseguenza ogni sito visitato, annuncio pubblicitario e così via, viene posto sotto esame, esattamente come le nostre e-mail che verranno selezionate già dal titolo, ancora prima di essere aperte.

Ecco allora che il titolo è l’elemento più importante del nostro messaggio, con il difficile compito di dover catturare l’attenzione. Per catturare l’attenzione un metodo molto efficace è lo sfruttamento della curiosità, le persone sono per natura curiose a tal punto che a volte provano un attrazione irresistibile. Per esempio, se dici ad un bambino (e non solo…) “non aprire quella porta”, sicuramente prima o poi la curiosità sarà talmente alta che non potrà fare a meno di aprirla.

Questa caratteristica può essere utilizzata a nostro vantaggio, quindi se si riesce a rendere il titolo più efficace, si riuscirà di conseguenza ad attirare molta più gente alla lettura del nostro messaggio.

Un’altra cosa importante: considerando che il link di rinvio del nostro messaggio è quasi sempre posizionato sul fondo della pagina, è necessario evitare di scrivere messaggi troppo lunghi che generalmente stufano le persone, ma cercare di scrivere sinteticamente, andando ad evidenziare solo i punti principali di quello che proponiamo, se anche in questo caso riusciamo a sfruttare il fattore curiosità, tutto sarà a nostro vantaggio.